';

Avvocato penalista – violenza o minaccia a un pubblico ufficiale

Avvocato penalista – violenza o minaccia a un pubblico ufficiale

Milano 9 luglio 2021

Avvocato Penalista – VIOLENZA O MINACCIA A UN PUBBLICO UFFICIALE

L’Avvocato penalista Boccia, assistito dai suoi qualificati collaboratori e grazie all’esperienza maturata negli anni di attività forense ed al continuo aggiornamento professionale, offre ai propri assistiti coinvolti in un procedimento penale per reati di violenza o minaccia a un pubblico ufficiale il supporto necessario ed un’assistenza puntuale; siano loro imputati o persone offese che intendono costituirsi parte civile.

L’art. 336 c.p. prevede due distinte ipotesi delittuose:

  • commette la prima chiunque usa violenza o minaccia a un pubblico ufficiale o ad un incaricato di un pubblico servizio, per costringerlo a fare un atto contrario ai propri doveri, o ad omettere un atto dell’ufficio o del servizio (primo comma);
  • commette la seconda chiunque usa violenza o minaccia ad un pubblico ufficiale o ad un incaricato di un pubblico servizio, per costringerlo a compiere un atto del proprio ufficio o servizio, o per influire, comunque, su di lui (secondo comma).

La norma tutela l’interesse pubblico al normale funzionamento della Pubblica Amministrazione e, allo stesso tempo, la persona del pubblico ufficiale o dell’incaricato del pubblico servizio da ingiuste aggressioni: si tratta, dunque, di reato plurioffensivo.

Il reato si consuma con l’uso della violenza o minaccia; non è richiesto che l’agente raggiunga lo scopo prefissosi. Ai fini della consumazione del reato, inoltre, si ritiene necessaria la percezione della minaccia da parte del pubblico ufficiale.

In entrambe le ipotesi, la pena è della reclusione da 6 mesi a 5 anni; per la seconda è della reclusione fino a 3 anni.

Studio Penale Boccia – violenza o minaccia a un pubblico ufficiale – art. 336 c.p.
Studio Legale Boccia

CHIAMA ORA