';
I NOSTRI SERVIZI IN MATERIA DI DIRITTO PENALE

Reati contro la famiglia

I REATI CONTRO LA FAMIGLIA

La famiglia, che nel nostro ordinamento positivo è considerata un istituto prevalentemente di diritto pubblico fondato sul matrimonio monogamico (si vedano a riguardo gli artt. 29-31 della Costituzione), è tutelata sul piano penale in quanto considerata indispensabile per la compagine statuale, che riconosce in essa una fonte di moralità, onestà, educazione, energia e lavoro.

Sul piano giuridico, si discute se sia la consanguineità o la convivenza, il vincolo essenziale per la sussistenza della famiglia; questi problemi, tuttavia, rilevanti nel diritto civile, hanno scarsa importanza per il diritto penale, in quanto in esso, salvo rare eccezioni nelle quali è usato il termine generico di “famiglia” (art. 572 c.p.), sono, di volta in volta, espressamente specificati i singoli rapporti di parentela o di affinità che formano oggetto o presupposto della tutela.

Si segnala che in occasione della riscrittura di una delle principali figure di reato appartenenti a tale categoria, i c.d. maltrattamenti in famiglia (si veda “Avvocato penalista – maltrattamenti in famiglia“), il legislatore (con L. 1 ottobre 2012, n. 172) ha provveduto ad estendere la nozione di famiglia oggetto di tutela, a tutti coloro i quali siano “comunque conviventi” con il reo, così traducendo normativamente una interpretazione della fattispecie ormai da tempo consolidata in dottrina e giurisprudenza, orientata a considerare famiglia ogni consorzio di persone tra le quali, per intime relazioni e consuetudini di vita, siano sorti legami di reciproca assistenza e protezione, e, conseguentemente, a considerare integrato il delitto in esame anche se perpetrato in danno di persona convivente “more uxorio”, in presenza di un rapporto tendenzialmente stabile, sia pure naturale e di fatto, instaurato tra le due persone. Il correttivo ha opportunamente inciso anche sulla rubrica dell’articolo, che è stata riformulata in “Maltrattamenti contro familiari e conviventi”.

I reati in esame e ricompresi nel libro II, titolo IX del Codice penale (artt. 556-574 bis), sono divisi nelle seguenti quattro categorie:

  • delitti contro il matrimonio
  • delitti contro la morale familiare
  • delitti contro lo stato di famiglia
  • delitti contro l’assistenza familiare.

Vuoi maggiori Informazioni ?

Hai un problema ? Sei in una situazione difficile? Contattaci!

Tel. +39 349 371 2845

ALTRI SERVIZI

CHIAMA ORA